Fondo Pensione – Assemblea straordinaria del 6 dicembre 2019 (seconda convocazione)

Dal 28 ottobre al 6 dicembre p.v. (in seconda convocazione) saremo chiamati a votare per la fusione per incorporazione dei residui Fondi Pensione del Gruppo UniCredit nel Fondo Pensione di Gruppo e le relative necessarie modifiche statutarie.

Al riguardo, mentre in linea di principio non abbiamo alcuna riserva in merito alla fusione in se stessa, altrettanto  non possiamo affermare relativamente alle modifiche statutarie prospettate, una delle quali in particolare precluderebbe in futuro la possibilità di far sentire la nostra voce attraverso l’esercizio del diritto di voto e  comporterebbe inoltre la modifica della nostra rappresentanza in CdA.

L’operazione, peraltro, non si esaurisce qui in quanto a noi pensionati iscritti alla Sezione I, verrà offerta la possibilità di aderire volontariamente, alla capitalizzazione della nostra prestazione pensionistica.

Risulta quindi particolarmente delicato il nostro compito di fornire un’indicazione per una più consapevole decisione stante la differente valenza tra l’interesse collettivo di chi intende salvaguardare il diritto di assemblea e il mantenimento alla pensione e l’interesse individuale di chi, invece, preferisce capitalizzare la propria posizione.

Ne consegue che, laddove vi fossero prioritarie valutazioni personali che inducano a propendere per l’offerta di capitalizzazione, si dovrebbe procedere alla votazione; viceversa, in assenza di specifici interessi personali, varrebbe sicuramente la pena di salvaguardare l’interesse  collettivo di noi pensionati, astenendoci dal votare.

Qui sotto puoi accedere al testo completo della comunicazione inoltrata a tutti gli iscritti.